Nei prossimi giorni organizzeremo la Presentazione dei nostri splendidi 32 Candidati, che rappresentano tutto il territorio adriese.

Siamo un unico grande gruppo che lavora insieme  da due anni in consiglio comunale, nei paesi e nei quartieri, in mezzo alle persone e insieme a loro. Il nostro cammino, il nostro cuore e il nostro volto non è mai cambiato. Il progetto civico significa proporre ai cittadini, i nostri veri alleati, di costruire insieme il futuro che vogliamo per il nostro territorio. Questo percorso sarà realizzato portando in consiglio comunale direttamente la voce dei cittadini attraverso i rappresentanti dei comitati di quartiere e di paese.

Oggi invece o conosci un politico, oppure devi presentare una petizione con 250 firme per portare in consiglio comunale le esigenze di un paese o di un quartiere. La nostra linea politica è semplice ed aperta a tutti quelli che condividano questa visione per il Comune. Adria è stata evidentemente danneggiata dalle scelte delle segreterie di partito locali, provinciali e regionali nella perdita di infrastrutture (transpolesana, cavalcaferrovia per tangenziale) e servizi (ospedale, servizi socio-sanitari sul territorio). In tutti gli incontri politici avuti abbiamo proposto la linea del civismo per questo motivo, anteponendola a qualsiasi ragionamento su candidature e ‘poltrone’, mettendo il Bene Comune davanti a tutto, purché ci sia rispetto reciproco e trasparenza nel confronto e non si siamo disposti a fare alleanze politiche con chi ha amministrato in questi nove anni.

Siamo sicuri che questa porta civica aperta sarà condivisa e capita al di la di posizioni di parte ed ideologiche da tutti coloro che vogliano costruire per il Bene Comune. Vogliamo lavorare insieme con tutti i cittadini del Comune, condividendo la loro forza, passione ed autodeterminazione, creando rete e progetti con il Delta e gli altri Territori, cercando di fare diventare un punto di forza la posizione strategica di Adria all’interno della Provincia. Il nostro candidato sarà Omar Barbierato, perché in questi ultimi sette anni ha interpretato al meglio lo spirito e la Passione Civica, coinvolgendo sempre più persone nell’unico modo che conosciamo: lavorare insieme per risolvere i problemi e creare progetti.

Le prossime amministrative sono dunque per noi il proseguimento di un cammino civico aperto a tutti quelli che vogliano lavorare per il Bene Comune liberi da vecchi schemi e da condizionamenti di logiche di parte. Durante la campagna elettorale faremo delle assemblee civiche con tutti coloro che ci sostengono e lavorano con noi per discutere democraticamente il cammino da fare e le scelte e questo metodo assembleare sarà il nostro criterio per affrontare anche l’eventuale ballottaggio. Il nostro progetto è già una realtà in Italia, dove le amministrazioni più virtuose sono quelle che sanno costruire una vera alleanza con i Cittadini, fornendo loro strumenti democratici per stimolare la partecipazione e il confronto.

#èTemo di di cambiare Adria